Un trattamento di Jiu: il fuoco che guarisce


Jiu “Il fuoco che guarisce”; conosciuta come moxa. Preferisco chiamarla “Jiu” il nome tradizionale cinese che meglio si adatta. L’agopunto che sto stimolando con il moxatore è Tàichōng (Grande assalto) o 3 di fegato. 

In questa maniera il moxatore fa riscaldare moderatamente l’agopunto e la zona circostante, tonificando il fegato e sottomettendo lo yang epatico. Il dolore al bacino ha iniziato a diminuire dopo circa 40′ e la stimolazione di altri 2 agopunti con manovre del tuina.

Annunci

Jiu (Moxa): il fuoco che guarisce


cropped-img_29651.jpgE’ conosciuto come il fuoco che guarisce, rigenera, allevia e ristora; il calore dolce e penetrante sprigionato da un’erba umile e comune, l’Artemisia, che si diffonde nel corpo riattivando e riequilibrando l’energia: ecco la Moxa, uno strumento terapeutico prezioso e versatile, spesso ingiustamente sottovalutato in favore dell’Agopuntura, “punta di diamante” della medicina tradizionale cinese, alla quale entrambi i metodi appartengono a pieno titolo: Continue reading “Jiu (Moxa): il fuoco che guarisce”