Coppettazione


IMG_6280La coppettazione, detta anche metodo dell’aria aspirata, è una tecnica specifica per la rimozione della stasi di sangue. La stasi di sangue, determina dolore intenso, trafitto. La tecnica è semplice ma efficace: vengono utilizzate delle coppette, più semplicemente dei piccoli bicchieri in vetro o in bambù. Quelli in bambù hanno però una superficie di contatto sulla cute molto sottile, e quindi potenzialmente più dolorosa, rispetto a quelli in vetro che invece sono più arrotondati e che risultano quindi meno traumatici per la cute.

Queste coppette servono per creare un vuoto d’aria e quindi aspirare la cute verso la coppetta. Il vuoto d’aria si ottiene con l’eliminazione dell’aria accendendo un cotone imbevuto d’alcol. Si avvicina la coppetta al cotone per circa un secondo e immediatamente viene posizionata nella zona da trattare. Esistono vari modi per ottenere il vuoto d’aria a questo è il più sicuro. Un’altra modalità, che però richiede molta destrezza, consiste nel mettere il cotone imbevuto d’alcol direttamente dentro la coppetta; in seguito si accende il cotone imbevuto e immediatamente si posiziona, ancora fiammante, nella cute; appena si appoggia, il fuoco si spegne e si realizza il vuoto d’aria. Ovviamente, se si è imprecisi ci si può scottare. Un’altra tecnica, consiste nel non utilizzare il fuoco; esistono delle coppette in plastica che hanno un sistema di suzione dell’aria tramite una polpetta o un sistema di avvitamento che determina il sottovuoto.

Tipologia di trattamento Coppettazione
Durata del trattamento Dai 20′ ai 60′
Punto di applicazione/ stimolazione Punto o parte del corpo interessata
Materiale d’uso Coppette
Il trattamento serve per Lombosciatalgie, lombalgie, cervicalgia, torcicollo, gonfiori addominali e degli arti, gambe pesanti, spasmi e crampi, dolori vari
Annunci